Mostre al Cubo: Me Exhibeo

Descrizione

Progetto a cura di Fulvio Michelazzi

Un cubo bianco al centro del Foyer del PACTA SALONE, una struttura per accompagnare il pubblico allo spettacolo con fotografia, pittura, grafica, poesia, luce, video.

Mostre al CUBO-me exhibeo- 2019/2020 \ IDENTITA’ io, me stesso, me medesimo o uno, nessuno, centomila.

Quest’anno il tema principale è l’IDENTITA’. \ L’identità è la conoscenza e l’idea che un individuo ha di se stesso e che lo rende distinguibile dagli altri, ma l’identità è anche quello che l’individuo proietta verso gli altri con il suo modo d’essere e quello che gli altri pensano (percepiscono) dell’individuo. \ L’identità di ciascuno di noi è in continua evoluzione e va di pari passo con le nostre esperienze di vita. \ Questa edizione di Mostre al CUBO-me exhibeo- si basa sul coinvolgimento del pubblico che frequenterà il Salone. \ Agli spettatori verrà chiesto di fare il proprio autoritratto utilizzando i materiali a disposizione, fogli, matite colorate e plastilina colorata. \ Non ci saranno specchi. \ Durante l’edizione 2019/2020 verranno ospitati artisti o gruppi di artisti che attraverso la loro sensibilità hanno esplorato l’idea di IDENTITA’. \ Alcuni partecipanti: collettivo ASA ART ATELIER, Ri-Costruzione con gli autorittrati degli pazienti, Laszlo Ctrvlich, Francesca Lolli, Francesca Leoni, Fenia Kotsopoulou, Ferruccio Ascari con la performance in memoria delle vittime della strategia della tensione “ Chi è Stato”, Alle Bonicalzi, Associazione Minotauro, Mario Giavino.

  • Il primo appuntamento (dal 25 ottobre al 9 novembre) è dedicato all’identità collettiva con una mostra sugli “ Anni di piombo “ curata dalla Fondazione Carlo Perini e con il patrocinio del Municipio 5.
  • Dal 21 novembre al 16 dicembre, la maquette del monumento 'Non Dimenticarmi', progettata da Ferruccio Ascari, in occasione del Cinquantenario della strage di Piazza Fontana e in memoria delle 136 vittime della 'strategia della tensione', sarà esposta nel foyer del PACTA Salone. La mostra si concluderà il 6 dicembre alle ore 19.00 con la performance 'Chi è stato?', ideata e diretta da Ferruccio Ascari e prodotta dal Comitato 'Non Dimenticarmi' in occasione del Cinquantenario della strage di Piazza Fontana.
  • Dall'11 al 26 gennaio RI-VOLTI al presente, mostra a cura di Maurizio Costa.
  • Dal 26 febbraio al 4 aprile, IL VELO DI MAYA. AL DI LÀ DI UN RITRATTO SFOCATO di Alle Bonicalzi. Una collezione di 100 ritratti fotografici sfocati di persone bendate è un’occasione multipla per affrontare il tema dell’identità, dello sguardo e del riconoscimento di sé.

Ingresso libero.

© 2008-2020 | Pacta Arsenale dei teatri

Engineered by vas