Skip to content. | Skip to navigation

You are here: Home » stagione 2017 - 2018 » EDGE FESTIVAL - Teatri Oltre Le Barriere
Personal tools
Biglietteria online
Document Actions

EDGE FESTIVAL - Teatri Oltre Le Barriere

EDGEFestival18

 

EDGE FESTIVAL – TEATRI OLTRE LE BARRIERE 2018

II° edizione Donne Oltre i Confini

diretto da Donatella Massimilla

CETEC Dentro e Fuori San Vittore

in collaborazione con PACTA . dei Teatri, Passin Accaparlante, ATIR Teatro Ringhiera, Centro Asteria, Carcere di San Vittore, con il contributo del Municipio 5 Comune di Milano, della Fondazione Pio Istituto Sordi e il Patrocinio del Municipio 6.

 

Seconda edizione dell'Edge Festival Oltre le Barriere con il titolo: Donne Oltre i Confini. La rassegna di Teatro d’Arte Sociale è diretta da Donatella Massimilla, CETEC Dentro/Fuori San Vittore in collaborazione con PACTA . dei Teatri, ATIR/Teatro Ringhiera, Centro Asteria, Carcere di San Vittore, con il contributo del Municipio 5 Comune di Milano, della Fondazione Pio Istituto Sordi e il Patrocinio del Municipio 6. 

La rassegna si svolgerà in diversi luoghi teatrali e non: PACTA SALONE, Parco delle Cascine Chiesa Rossa e Centro Asteria (Municipio 5), Ex-Fornace (Municipio 6) e nel Carcere di San Vittore (Municipio 1) una delle sedi storiche operative del CETEC.

Persone abili e diversamente abili, uomini, donne, ragazzi, anziani, italiani, stranieri, liberi e reclusi coinvolti in un Festival che propone spettacoli, mostre, performance, musica, film, lezioni aperte, incontri e testimonianze a tema, intrecciando lavori e competenze di realtà artistiche impegnate nei luoghi del disagio con l'obiettivo di trasformare dei vissuti così forti in Arte, sensibilizzando la città. Il Festival vedrà il diretto coinvolgimento di artisti abili e diversamente abili mentre alcuni degli spettacoli avranno la particolarità di essere resi fruibili anche a un pubblico di persone con deficit sensoriali. Una speciale sezione sarà dedicata ad ATIR e ai suoi laboratori con i cittadini del territorio, in particolare con i più fragili.

--> SCARICA IL PROGRAMMA COMPLETO <--

 

Al PACTA Salone

22 maggio

Apertura Edge Festival

  •  ore 18.30 

Edge Meeting: verso un nuovo network di Teatro OLTRE

La presentazione del nuovo network Teatro OLTRE a cura di CETEC Dentro/Fuori San Vittore. Realtà e artisti che operano oltre i confini e le barriere dei luoghi del disagio, a livello nazionale e internazionale. Saluti del Presidente Municipio 5 Comune di Milano, Alessandro Bramati. Interventi di Donatella Massimilla, Martina Gerosa, Felice Tagliaferri, Nadia Fulco, Serena Crocco, Vlad Scolari, Dana Sikorska, Gilberta Crispino, Pascal La Delfa, Valerio Apice, Vincenzo Mercurio, Ginevra Sanguigno. 

L’incontro è sovratitolato e tradotto nella lingua dei segni (LIS)

Ingresso libero

 

  • ore 20.45 

CETEC Dentro/Fuori San Vittore

LE SEDIE STRANIERE - Work in Progress Teatrale Contro la Violenza di genere

regia Donatella Massimilla | musiche dal vivo Gianpietro Marazza e Paola D’Alessandro

con le attrici di San Vittore Jackson, Rosanna, Stefania | collaborazioni artistiche Gilberta Crispino, Danuta Sikorska, Claudia Casolaro, Alessia Punzo, Ivna La Mart, Andrea Honsberg Quintanilla, Mariangela Ginetti, Dalia Violeta Nieves, Jaia Ikea Gwuana, Sarah Fidelis, Emmanuela Ewaoche | compagnia CETEC Dentro/Fuori San Vittore

Lo spettacolo è sovratitolato e tradotto nella lingua dei segni (LIS)

Un Concerto di Voci, un Work in Progress teatrale contro la violenza di genere: storie strappate alle pagine dei giornali, storie raccolte nelle case per donne maltrattate o vittime di tratta, nei centri per rifugiati, storie di violenze a volte subite, a volte denunciate, restituite alla comunità in modo poetico, musicale. Sulla scena la compagnia allargata del CETEC include in modo originale di volta in volta attrici detenute e non, musicisti e testimoni civili, creando un progetto in viaggio, replicabile e itinerante. Attori e spettatori, testimoni entrambi di storie di violenza, ma anche, soprattutto, di storie di rinascita. Lo spettacolo e l’intero progetto si collegano alla campagna nazionale #PostOccupato creata dalla giornalista siciliana Maria Andaloro e alla sedia vuota di Palazzo Marino voluta da Diana De Marchi, Presidente della Commissione Pari Opportunità e Diritti del Comune di Milano. Lo spettacolo ha la particolarità di essere fruibile anche da persone con deficit sensoriali e tra le storie de “Le Sedie Straniere” troviamo testimonianze di donne sorde.

 

23 maggio

  • ore 19.00 

ATIR/Teatro Ringhiera

Gli Spazi del teatro

Dimostrazione aperta a cura di Nadia Fulco e Caterina Mesiano

Progetto di teatro per cittadini abili e diversamente abili | a cura di ATIR/Teatro Ringhiera e Coop Soc. Comunità Progetto | conduttori Nadia Fulco, Mila Boeri e David Remondini - educ-attrice Caterina Mesiano | con la partecipazione di un gruppo di studenti del secondo anno di scenografia della Nuova Accademia di Belle Arti NABA

Ingresso libero fino ad esaurimento posti

Il pubblico assisterà all’ultimo incontro di uno dei laboratori del progetto “Gli Spazi del Teatro” a cura di ATIR/Teatro Ringhiera e potrà osservare da vicino i processi creativi e pedagogici messi in atto per accrescere la consapevolezza in scena di ciascun partecipante e migliorare la qualità di relazione tra tutti i componenti del gruppo.

 

  • ore 20.45 

Milano Festival Letteratura

Il problema siamo noi

a cura di Milton Fernandez | con Carretera Sur, Ornella Vinci | canto Walter Marocchi – chitarra 

All’improvviso il mondo deflagra in tutta la sua sconvolgente crudeltà quando una donna dice No. Una donna che dice no è una contraddizione incomprensibile nella testa di molti uomini: hanno bisogno di ucciderla, stuprarla, bruciarla, pugnalarla, asfissiarla, sgozzarla, farla scomparire… per provare che in fondo avevano ragione. Certo che avevano ragione! Come si permette una donna di dire di no! Guarda come si veste, il lavoro che fa, la gente che frequenta…! Sono soltanto alcuni dei discorsi incisi sulla pietra dei secoli, quelli che noi, uomini, ci portiamo dentro, che ammantano la nostra insignificanza, il bisogno di nascondere la nostra inadeguatezza, la nostra vigliaccheria; quella ferocia nella quale cadiamo sempre più spesso. Il problema siamo noi è un richiamo agli uomini, da uomini, da qualunque angolo del mondo proveniamo, affinché ci prendiamo le nostre responsabilità.

 

  • a seguire 

Festival TeatROmania_Emersioni sceniche

Giovinezza senza Vecchiaia e Vita senza Morte

regia e adattamento Vlad Scolari | con Alice Protto e Vlad Scolari | musiche e ambienti sonori Federico Branca Bonelli | produzione Festival TeatROmania_Emersioni sceniche

Un’antica fiaba romena, unica nel suo genere, a cavallo tra oriente e occidente. Musica, parole e canzoni, danno vita a un reading dove il suono è la scenografia. Un feto che non vuole nascere, che non vuole venire al mondo senza prima sapere il perché. Un bel principe alla ricerca dell’immortalità e dell’oblio esistenziale, sconfitto dalla necessità indomabile del ricordo, dall’insopportabilità del privilegio conquistato. Così Wasabi Produzioni continua il suo viaggio in quello spazio di mediazione culturale tra Oriente e Occidente che è la cultura romena e approfondisce la sua ricerca di equilibrio tra suono, musica e parola.

 

24 maggio

  • ore 19.00 

ATIR/Teatro Ringhiera

Gli Spazi del teatro

Dimostrazione aperta a cura di Virginia Zini e Chiara Tacconi

Progetto di teatro integrato per cittadini abili e diversamente abili

a cura di ATIR/Teatro Ringhiera e Coop Soc. Comunità Progetto | conduttrice Virginia Zini - educ-attrice Chiara Tacconi | con il contributo alla conduzione di Maura Di Vietri

Ingresso libero fino ad esaurimento posti

Una lezione aperta che racconta da vicino le prime fasi di un percorso intrapreso con un gruppo eterogeneo di cittadini. Un viaggio alla scoperta di un linguaggio comune, da condividere con il pubblico.

 

  • ore 20.45

ATIR/Teatro Ringhiera

L’Acrobata

Spettacolo/esito del laboratorio SCIALLA!

Un progetto di ATIR/Teatro Ringhiera in collaborazione con EDI Teatro Barrio’s e ONLUS Amici di Edoardo 

Ingresso libero fino ad esaurimento posti

In scena un gruppo di adolescenti del quartiere Barona di età differenti, guidati dall’attore Gabriele Genovese e dagli edu-cattori Chiara Tacconi e Massimiliano Pensa.

 

25 maggio
 

  • ore 20.00 

EDGE VIDEO

Medea: L’amore infelice rende pazzi

di Fabrizio Russotto e Mirco Sassoli • Alla presenza degli autori e del cast 

un film di Fabrizio Russotto e Mirco Sassoli | libero adattamento da Lucio Anneo Seneca | con Gilberta Crispino | e la partecipazione di Franca Lumachi | montaggio e fotografia Mirco Sassoli | musiche originali Fabrizio Russotto | mix audio Alessandro Nardoni | mix musiche Daniele Antelmi | costumi e scene 345 - il costume di Medea è di Gisa Rinaldi | aiuto regia Federico Russotto | foto di scena Antonio Occhiuto | acconciature Rosy Lotito - LR Style | anno di produzione 2018 | Associazione culturale L'Ombra d'Argo | STUDIO PER UNA MEDEA

Ingresso libero fino ad esaurimento posti

MEDEA. Il mito si fa carne. Una carne dolente, che lacrima sangue nella discesa agli inferi attraverso i meandri più limacciosi dell’animo umano. La carne si fa immagine: in un eterno ri-vivere la propria storia come in un loop in cui la pellicola continua a girare su se stessa, usurandosi, sfilacciandosi, fino a diventare lattiginosa, trasparente e fragile come l’alabastro. L’immagine si fa incubo: in un non-tempo e in un non-finito, tra le macerie di una vita dove non c’è salvezza o redenzione. L’incubo è dentro se stessa e si materializza in continui giochi di specchi che la attanagliano, la soffocano, le bucano le viscere. L’incubo si fa labirinto: in un eterno monologo-confessione che proietta sulle pareti umide e scrostate della mente della protagonista l’incubo che è stata condannata a sognare all’infinito. Amore. Odio. Furore. Follia. Maledizione. Vendetta. Delitto. Sono le stazioni di una via crucis interiore verso il compimento del disegno che il Fato ha già scritto per lei: verso quella stanza maledetta, attraverso gli inquietanti corridoi della casa che le crolla addosso e la seppellisce insieme a essa. Il mito si fa attualità. Medea guarda lo spettatore negli occhi, sfidandolo, chiedendogli di prendere posizione. Un mito in apparenza così lontano, che riviviamo ogni giorno, nelle nostre città, nei nostri quartieri, nelle nostre case.

 

  • ore 21.15

Wasabi Produzioni - Dopolavoro Stadera

Resistenze

drammaturgia e regia Vlad Scolari | con Tecla Annibali, Irene Arpe, Deborah Boltri, Vanessa Costa, Daniele De Carolis, Giosuè Facciolà, Davide Indovino, Eleonora Ingannamorte, Simona Lenoci, Dina Mohamed, Umberto Narduzzi, Luigi Vittoria | Wasabi Produzioni - Dopolavoro Stadera

si ringraziano per la collaborazione artistica e organizzativa Donatella Massimilla, ZAM, Mattia Pozzi, ULI

Affrontare Il tema della resistenza nasce dalla necessità di riscoprire il nostro passato per condividere la storia tragica e appassionante che ci ha condotti alla Liberazione. Nasce così una drammaturgia, frutto di una ricerca attiva di materiali storici e letterari, con finalità artistica e pedagogica, che ripercorre, attraverso gli occhi dei più giovani, episodi della resistenza partigiana tra paure, pericoli, combattimenti, amori, speranze e canzoni. Dopolavoro Stadera collabora con Wasabi Produzioni e con CETEC è una comunità teatrale nata nel 2014 per iniziativa di Vlad Scolari ai margini di Milano, zona 5. Il progetto prevede un laboratorio teatrale stabile e autogestito nella periferia milanese, aperto a chiunque.

 

26 maggio

  • ore 20.45 PACTA SALONE

ATIR/Teatro Ringhiera

Le parole non dette

conduzione e regia di Omar Nedjari - co-conduzione e drammaturgia di Marika Pensa

Spettacolo/esito del laboratorio con il gruppo degli Over 60 di ATIR/Teatro Ringhiera.

Il lavoro ha coinvolto anche un’intera classe del corso di scenografia della Nuova Accademia di belle arti NABA.

Uno spettacolo in cui le emozioni inespresse dei partecipanti prendono parola, talvolta anche chiedendola in prestito a grandi autori della letteratura di tutti i tempi.

 

27 maggio

  • ore 12.30 punto di ritrovo: Parco delle Cascine Chiesa Rossa

CETEC - ApeShakespeare Too Bee or not to Bee

Edge Network picnic déjeuner sur l’herbe

Ingresso libero

Un picnic déjeneur sur l’herbe a cura degli artisti dell’Edge Network, del CETEC e delle sue attrici e cuoche detenute ed ex detenute con ApeShakespeare To Bee or not to Bee, musicisti delle realtà coinvolte nell’EDGE FESTIVAL, l’attore-cantante Vincenzo Mercurio, l’artista-clown Ginevra Sanguigno.

in collaborazione Social Street San Gottardo-Meda-Montegani e Associazione OspitaMi.

Dal Parco ci si sposterà al PACTA Salone per gli spettacoli pomeridiani.

 

  • ore 16.30 

ATIR/Teatro Ringhiera

Il gran Torneo delle religioni

conduzione Arianna Scommegna e Mila Boeri, drammaturgia Arianna Scommegna, Mila Boeri e Renata Ciaravino

Spettacolo/esito del laboratorio con gli Over60 di ATIR/Teatro Ringhiera liberamente tratto da “Il re, il saggio e il buffone” di Shafque Keshavjee.

“Che cosa succede quando un ateo, un buddista, un indù, un musulmano, un ebreo e un cristiano sono chiamati a confrontarsi e a dire ciascuno la propria verità?”

 

  • ore 20.45

ATIR/Teatro Ringhiera

TO PLAY - giocare, scherzare e recitare

Conduzione e regia di Virginia Zini | drammaturgia Giulia Tollis | con il contributo alla conduzione di Francesca Froglia

Spettacolo/esito del Corso Adulti di ATIR/Teatro Ringhiera

Il verbo to play significa giocare e recitare ma anche partecipare, scherzare e ascoltare. Nello spettacolo “TO PLAY” un gruppo di attori non professionisti si mette alla prova, giocando, scherzando e recitando in alcune delle scene più celebri del teatro di tutti i tempi.

 

Il Festival proseguirà fino al 30 maggio presso Ex-Fornace.


ApeShakespeare Dal 22 al 30 maggio itinerante tra PACTA SALONE e EX-FORNACE

Piccolo food truck nato durante EXPO 2015, ApeShakespeare To Bee or not To Bee, è una moderna Apecar del CETEC Dentro/Fuori San Vittore che offre street theatre e street food, animazioni teatrali e happy hour, merende biologiche e bio-catering davanti a teatri, scuole e nelle periferie di Milano. È itinerante nei luoghi principali dell’EDGE FESTIVAL.

 

 

INFORMAZIONI E BIGLIETTI PACTA SALONE

Contatti: biglietteria@pacta.org -  tel. 0236503740

Orari biglietteria: via Ulisse Dini 7, 20142 Milano dal lun al ven dalle ore 16.00 alle ore 19.00 | nei giorni di spettacolo: dal mar al sab dalle 16 – dom dalle 15

Biglietti: Intero €10 | Rid. Persone con disabilità €8 e un accompagnatore gratuito

 


INFORMAZIONI EDGE FESTIVAL

organizzazionecetecedge@gmail.com

www.cetec-edge.org

Donatella Massimilla direzione artistica

Roberta Curìa – segreteria organizzativa 3929593388