Document Actions

I PARENTI TERRIBILI

di Jean COCTEAU L'Amore, il Male, la Libertà

I PARENTI TERRIBILI di Jean Cocteau

parenti new

foto di Isolde Michelazzi

parenti_terribili1

foto di Sandro Rizzi

 

Traduzione Paolo Bignamini 

Regia Annig Raimondi 

con Maria Eugenia D'Aquino, Carlo Decio, Riccardo Magherini, Lorena Nocera, Annig Raimondi
scene Giuseppe Marco Di Paolo, costumi Nir Lagziel
disegno luci Fulvio Michelazzi, musiche originali Maurizio Pisati
assistente alla regia Davide Roberti
produzione PACTA . dei Teatri - progetto Cocteau e i suoi amici

in collaborazione con Fondazione Cineteca Italiana e Studio Exhibita



... «La vostra è la casa delle porte che sbattono» dice la zia Leò..

I PARENTI TERRIBILI di Jean Cocteau è una tragicommedia intensa e movimentata, ritenuta il capolavoro letterario di Cocteau. Scritta nel 1938, la vicenda si svolge con un complicato groviglio di rivalità, gelosia e sensualità all’interno di una bizzarra famiglia che vive reclusa in un appartamento soprannominato “Il carrozzone”. Quando il figlio ventiduenne Michel confessa ai genitori di essersi perdutamente innamorato di Madeleine, la madre Yvonne, possessiva e dominatrice, sente venir meno il proprio ruolo e grida al tradimento del suo amore incestuoso.
Nel comico disordine di questa casa e dei suoi inquilini, il vero si dilata in allucinazione alimentando un crudele intrigo. Cocteau non fa fatica ad evocare i miti del Teatro a lui precedente, passando dal mito edipico fino ad arrivare al vaudeville. L’amore assoluto folgorante e impossibile, una situazione da teatro classico che richiama i miti da Antigone a Edipo, si cela nel testo sotto le relazioni di una famiglia borghese.

JEAN COCTEAU - poeta, romanziere, drammaturgo e pittore francese (1889-1963). Dotato di straordinario ingegno, fervente sostenitore di ogni forma di avanguardia, stupì per la molteplicità e l'originalità di ogni sua creazione artistica, in cui sempre vivo e presente è un respiro poetico. Creatore di un'opera poliforme, Cocteau fu accolto nel 1955 all'Académie Française, dopo esser stato l'insolenza personificata. Protagonista della Parigi degli anni Dieci e Venti, Jean Cocteau incarnò il tipico esempio di spirito frivolo, mondano e dandy che la società di quel periodo non riuscì mai ad avere. Intimo amico di Picasso, Modigliani, André Gide, Marcel Proust, Sergei Diaghilev, Sarah Bernhardt, Erik Satie, Coco Chanel, Igor Stravinsky, Apollinaire, Max Jacob, Giorgio De Chirico e Man Ray, fu anche attivo frequentatore dei salotti aristocratici e borghesi della più alta classe sociale. Cocteau fu artista delle avanguardie senza mai appartenere effettivamente a nessuna di esse. Egli ne ammirava forse il pensiero, ma non si metteva sotto la scuola di nessuno, continuando ad ostentare un distacco da certe teorie, senza però, apparentemente, disprezzarne la forma.

 

Lo spettacolo I PARENTI TERRIBILI sarà in scena dal 24 giugno al 10 luglio 2016 al NUOVO TEATRO ARIBERTO -  via Daniele Crespi, 9 - 20123 Milano.

Orari dello spettacolo: dal martedì al sabato alle ore 20.45 e la domenica alle ore 16.30 (lunedì riposo).

Il ritiro dei biglietti potrà essere effettuato al Nuovo Teatro Ariberto a partire da un'ora prima dell'inizio dello spettacolo.

Per informazioni e prenotazioni: tel. 02/36503740 - biglietteria@pacta.org

 

compra su vivaticket I Parenti terribili