Skip to content. | Skip to navigation

You are here: Home » spettacoli » produzioni, coproduzioni e ospitalità » ospitalità 2015/2016 » SOLO L’AMARE... SOLO IL CONOSCERE... PASOLINI
Personal tools
Biglietteria online
Document Actions

SOLO L’AMARE... SOLO IL CONOSCERE... PASOLINI

Reading a 40 anni dalla morte

PASOLINI1

Ideazione e regia Alessandro Pazzi

Con Giulio Bellotto e Alessandro Pazzi

Produzione OssigenOTeatro

 

 

Quarant’anni fa moriva un grande poeta del novecento italiano: Pier Paolo Pasolini. Un poeta “sacro”, come lo definì Moravia. Per ricordarlo un reading di ascolto, dove la parola spogliata di tutto possa arrivare intensa, forte e necessaria. In scena solo una macchina da scrivere, quella che usava lui, con un foglio bianco, che rappresenti sia l’ultima poesia non scritta, sia il tremendo vuoto che la sua morte ha lasciato. Fogli sparsi per terra, le sue poesie in “forma di rosa”, i suoi “Scritti Corsari”, fogli raccolti da due attori che attraverso la parola recitata restituiscono allo spettatore un Pasolini privato e pubblico e i temi a lui cari: le colpe dei padri che ricadono sui figli, la purezza innocente della gioventù e della maturità peccaminosa, la vita come atto poetico, il rapporto con la madre vista come creatura di bellezza.